Paolo Buroni

Visual designer e Presidente di Stark

Paolo Buroni inizia come fotografo di reportage free-lance. Collabora dal 1980 per circa 10 anni con l’agenzia fotografica Grazia Neri e Focus Team. Per Grazia Neri realizza numerosi reportage per riviste nazionali ed estere partecipando a mostre e manifestazioni fotografiche. Sue immagini sono esposte al Museo della Fotografia di Losanna. Nel 1995 al Festival Internazionale di Arte Multimediale di Budapestvince il premio F.I.A.P. (Federazione Internazionale dell’Arte Fotografica)

Dalla fotografia, applicando le prime elaborazioni digitali, passa alla computer art e poi ai primi montaggi in multivisione fino a realizzare grandi installazioni multimediali dove musica immagini e architettura si fondono in un unico linguaggio creando degli Ambient virtuali.

Fautore di alcune tra le più importanti regie internazionali di multivisione architetturale tra le quali oltre alla Luis Vuitton Cup per la Coppa America, dove ha scenografato il lungomare di Trapani con effetti ispirati al mare ricordiamo: San Siro per il Derby Inter-Milan, con 10.000 mqdi immagini proiettate direttamente sull’erba, il Duomo di Milano, la nave del G8 a Genova, Piazza San Pietro a Roma, il Coex Center di Seoul gli stadi di Istanbul, il G.P di Montecarlo per il Team Ferrari-Marlboro fino ai più importanti show della RAI come la scenografia del Festival di Sanremo 2003, Miss Italia nel Mondo, Miss Italia 2007 e nel programma televisivo “Che tempo che fa” su RAI3 ogni fine settimana per il terzo anno consecutivo.

Ospite della Biennale di Venezia 2004, che gli ha offerto la piazza del casinò per realizzare una multivisone proiettata durante la 61°edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Tra le collaborazioni artistiche ricordiamo quella con Pier Paolo Calzolari all’atelier Calder in Francia e con gli artisti Arnaldo Pomodoro, Gaslini, Juri Cane, e Marco Paolini a Carsulae, con una multivisione scenografica proiettata interamente e per la prima volta sugli alberi circostanti il sito archeologico.

Collabora stabilmente con il Teatro nazionale di Praga ed è il regista ufficiale dell’Inter per le spettacolarizzazioni in Multivisione a San Siro.

Ha realizzato impegnative installazioni internazionali in esterni basate su immagini in multivisione: dalla nave del G8 a San Pietro a Roma, dal Coex Center di Seoul agli stadi di Istanbul e Milano, dalla Ferrari ai più importanti show della RAI come la scenografia del Festival di Sanremo 2003 e Miss Italia nel Mondo, Miss Italia 2007, le Olimpiadi di Torino, la CCTV Tower di Pechino per la Nike e il tour preolimpico 2008, durante il GP F1 a Montecarlo 2009 per la Ferrari nel Paddok della casa del Cavallinoper la presentazione del modello “One Off”, il Forte di Bard per la mostra “Verso l’alto” 2009 e i Mondiali di Nuoto a Roma.

Ha realizzato un’inedita installazione artistica multisensoriale e permanente nel Museo di Palazzo Ducale di Gubbio. Per la prima volta in un Museo Storico un ologramma rappresenta un personaggio storico, Federico da Montefeltro, a grandezza naturale.

Il Vietnam l’ha voluto per celebrare i mille anni di Hanoi capitale al MyỹĐình Stadium il 10.10.2010. A Milano durante il derby Milan-Inter a febbraio2011 per l’AC Milan e Adidas ha proiettato sullo StadioSan Siro per promuovere l’ultima campagna pubblicitaria “adidas is all in”. Per l’inaugurazione del nuovo stabilimento dell’Agusta Westland a Roma ha scenografato il nuovo spazio avvolgendo il pubblico e gli elicotteri in esposizione.

Alla Triennale di Milano (12.6.-26.8) ha fatto un intervento con una video installazione interattiva “Onthe Kitsch”, all’interno della mostra di Gillo Dorfles. Un tappeto di 30 metri con immagini sul kitsch che si animano e si trasformano interagendo con il visitatore.
Per l’inaugurazione del nuovo MUSE, (Museo delle Scienze) a Trento disegnato dall’architetto Renzo Piano ha scenografato l’interno, proiettando sulla struttura e su dei palloni allestiti per l’occasione i temi scientifici dei futuri spazi espositivi.

 

Paolo Buroni al festival

Domenica 19 maggio: “ARTATHON TALK SHOW