Michele Tiberio in collaborazione con Diletta Tonatto

Artista

Michele Tiberio sperimenta scultura e installazioni, concentrandosi sul processo e sul risultato inaspettato. Nei suoi lavori la necessità del controllo viene forzatamente messa da parte per lasciare spazio invece alle possibilità del casuale e dell’incontrollato, un processo che investe l’artista, lo spettatore, ma soprattutto i materiali di volta in volta utilizzati, dei quali Tiberio indaga le molteplici possibilità di assestamento e coesistenza. Questo processo diventa una metafora della vita con cui confrontarsi continuamente, creando condizioni in cui bisogna affidarsi e accettare un risultato sconosciuto e non prevedibile a priori. La Natura e i comportamenti umani, con la loro imprevedibilità, entrano di forza all’interno del lavoro dell’artista, che li segmenta e analizza per poi ricomporli in una sintesi nuova.

Nasce a Palermo nel 1987, studia fotografia e design in Italia e termina i suoi studi al Royal College of Art e all’Imperial College of London. Inizia la sua carriera come designer e ingegnere, prima di dedicarsi alla scultura e alle installazioni. I suoi lavori sono stati in mostra anche alla Welcome Collection di Londra, a Palazzo Costantino a Palermo e nell’atelier dell’Istituto di Cultura Austriaco di Roma. Nel 2017 c’è stata la sua esposizione personale presso Francesco Pantaleone Arte Contemporanea. È stato selezionato dalla Fondazione Merz per Meteore in Giardino, che si terrà a Torino nell’estate 2019.

Diletta Tonatto è ricercatrice accademica e direttore artistico della maison di profumi Tonatto Profumi. Il suo lavoro e i suoi studi si concentrano sul ruolo dei profumi e dell’olfatto nella società odierna. Vivendo il profumo come un’esperienza liminale, a metà fra passato, presente e futuro, Diletta è attratta dalle storie, silenziose, ma allo stesso tempo potenti ed emotive, che impalpabili molecole di fragranza riescono a sprigionare. Vincitore di un premio di profumeria artistica (Cafleurebon 2016, 2018), il suo lavoro si sposa con arte e design per creare moderni ritratti olfattivi e antidoti rituali allo stress della vita contemporanea.

 

Michele Tiberio al festival

Dal 16 al 19 maggio: artista che espone alla mostra collettiva “RE-HUMANISM