Andreas Angelidakis

Artista

è nato ad Atene nel 1968. Dall’inizio della sua carriera  ha lavorato all’incrocio tra arte e architettura, spesso espandendosi su altre discipline come la curatela e la scrittura. Le sue mostre personali includono: “Soft Ruin”, ALT Art Space, Istanbul, 2016 , “Every End is a Beginning”, Museo Nazionale di Arte Contemporanea, Atene, 2014, “ CrashPad” – Biennale di Berlino Kunstwerke, Berlino, 2014 “Blue Wave”, MU center for Arts and Architecture, Eindhoven, 2005 , ” Future Paris”, Visionaire Gallery, New York 2001. Ha lavorato e partecipato a numerose mostre collettive di grandi dimensioni in Grecia e all’estero, come la 12a Triennale del Baltico al CAC di Vilnius, 2015 “DO-IT Mosca”, Garage Center for Contemporary Art, Mosca, 2014 “ System of Objects”  La collezione Dako Joannou, DESTE Foundation, Atene, “A Rock and a Hard Place”, 3a Biennale di Salonicco, 2011, “Heaven”, 2a Biennale di Atene. Tra le mostre collettive: Biennale di Liverpool 2016, Biennale di architettura di Chicago 2015, “MADEINATHENS” 13a Biennale di Architettura di Venezia, Padiglione Greco, 2012, “ Somewhere else”, Espace Louis Vuitton, Parigi, 2011, “The Politics of Art”, Museo Nazionale di Arte Contemporanea, Atene, 2010 , “The Bar”, Kunsthalle Athena , Atene, 2010 “ Sonho de casa propria”, Casa Encendida, Madrid, 2008. Le sue opere sono incluse nelle collezioni dell’Art Institute di Chicago, il Museo Nazionale di Arte Contemporanea di Atene, la Collezione Zabludowicz a Londra.

 

Andreas Angelidakis al festival

Dal 16 al 19 maggio: “EVIDENCE OF THE UNEXPECTED