Exhibit – Opening

INFO EVENTO
<li>QUANDO E DOVE:</li>

16 maggio h 19:30

Magazzino Tabacchi

 

Crescit Eundo

16 maggio h 17:00

Via Marconi, 45

<li>BIGLIETTI:</li>

ingresso gratuito

<li>MAPPA:</li>
mappa_mole

Dalle 17:00 alle 18 Exhibit – Crescit Eundo [PRIMA NAZIONALE]

Via Marconi 45

L’artista Sonia Andresano presenta un progetto video installativo, risultato di un percorso di residenze nel quartiere degli Archi: un augurio per una mutazione dell’esercizio commerciale privato e chiuso in uno spazio pubblico attraversabile | A cura di Butik Collective.

Alle ore 17:30  attraversamento collettivo dello spazio che ricongiunge gli Archi alla Mole

 

Dalle 19:30 alle 21:00 Inaugurazione mostre

Magazzino Tabacchi

  • Datapoiesis – Obiettivo [PRIMA NAZIONALE]: “Obiettivo” è la prima produzione Datapoietica degli artisti Salvatore Iaconesi e Oriana Persico di AOS – Art Is Open Source ed HER – Human Ecosystems Relazioni, oggetti per gli spazi del nostro vivere che, connessi ai dati, si animano per consentire di stabilire relazioni inedite con i grandi temi del mondo globalizzato. Il progetto “Datapoiesis” è sostenuto da Compagnia San Paolo attraverso il programma Ora! Produzioni di Cultura Contemporanea. Maggiori informazioni verranno svelate dopo l’opening del festival | A cura di Arianna Forte
  • A.I.  [Artificial Integration] [PRIMA NAZIONALE]: l’ultimo lavoro dell’artista visivo Samir Sayed Abdellattef, conosciuto per il suo attento interesse per la cultura digitale espresso attraverso la realizzazione di lavori che spaziano dalla performance audio visiva live all’installazione multimediale, è un’opera d’indagine e denuncia dei sistemi discriminatori, approdando dal contesto dei “gender studies” | A cura di Giovanna Maroccolo, Fusion Art Center | Con la collaborazione tecnica del gruppo di ricerca VRAI – Vision Robotics and Artificial Intelligence dell’Università Politecnica delle Marche
  • Evidence of unexpected [PRIMA NAZIONALE]: le opere in mostra di Samson Young, Byo Rhu, Andreas Angelidakis, progetti di immagini in movimento, affrontano l’imprevisto ponendo l’accento sulla sospensione, formale e sostanziale, di un ordine costituito, aprendolo alla fruizione collettiva | A cura di Valentina Casacchia
  • Re-humanism: mostra collettiva con i progetti vincitori della prima edizione del Premio RE:HUMANISM, dedicato al rapporto tra arte e Intelligenza Artificiale. L’arte e i processi umani vengono ripensati alla luce dell’impatto che l’intelligenza artificiale ha nella società odierna | A cura di Daniela Cotimbo | In collaborazione con Alan Advantage

 

 

NELLO STESSO GIORNO