Be The B: Un nuovo mondo

INFO EVENTO
<li>QUANDO E DOVE:</li>

18 maggio

h 11:15 – Banchina Lazzabaretto

h 18:00 – Magazzino Tabacchi (proiezione della performance)

<li>BIGLIETTI:</li>

ingresso gratuito

<li>MAPPA:</li>
banchina_lazzabaretto
Il comitato scientifico, tra le quaranta proposte arrivate attraverso il contest Be the B, ha scelto l’Economia Circolare come variabile da contaminare con l’arte. L’artista visivo Filippo Riniolo presenta il progetto che ne è scaturito e incontra il suggeritore della B selezionata.

Il festival ha per nome un’equazione: art+b=love(?). La b è la variabile che di volta in volta l’arte incontra per generare risultati inediti.

Nelle precedenti edizioni il festival ha indagato i processi e i risultati di contaminazione tra ARTE e turismo, ARTE e scienza, ARTE ed economia, ARTE e impresa. Queste sono state le variabili, le “b” scelte dal comitato scientifico del festival e inserite di volta in volta nella formula Art + b = love (?) delle edizioni realizzate.

Per questa edizione abbiamo cercato nuove contaminazioni e, quindi, nuove variabili, chiedendo al pubblico del festival di proporre la propria ‘b’. Tra le 40 proposte pervenute, il comitato scientifico ha selezionato una ‘b’ che rappresenta la sfida lanciata all’artista visivo Filippo Riniolo: ECONOMIA CIRCOLARE, proposta da Marco Cardinaletti.

La motivazione di Marco per la varibile da lui scelta:

“La transizione verso un’economia circolare sposta l’attenzione sul riutilizzare, aggiustare, rinnovare e riciclare i materiali e i prodotti esistenti. Quel che normalmente si considerava come “rifiuto” può essere trasformato in una risorsa. Questa transizione però ha delle barriere, culturali, prima che tecnologiche/tecniche. Richiede la partecipazione e l’impegno di tutti, nessuno escluso. Richiede un cambio nei modelli di consumo e nello stile di vita quotidiano. Tutto ciò non è immediato, né scontato. Ecco perché ritengo che l’arte possa essere uno strumento importantissimo per portare un messaggio di cambiamento e spingere ogni persona a superare le proprie barriere conoscitive contribuendo ad avviare una silenziosa, ma efficace transizione culturale”.

La mostra performativa dal titolo “UN NUOVO MONDO” propone il progetto che Filippo Riniolo ha realizzato ad hoc, ispirato dalla contaminazione tra ARTE e la variabile selezionata.

 

La performance si terrà alle 11:15, invece che alle 18:00 (causa minaccia maltempo) alla Banchina Lazzabaretto.

Alle 18:00 nella sala Tabacchi verrà proiettata la performance realizzata nel mattino, con la presenza di Riniolo e del vincitore della call Be the B.

ARTISTI

NELLO STESSO GIORNO