Datapoiesis – Obiettivo

INFO EVENTO
<li>VERNISSAGE:</li>

giovedì 16 maggio

h 19:30

Magazzino Tabacchi

<li>QUANDO E DOVE:</li>

17 maggio h 16:00 – 23:00

18 maggio h 11:00 – 13:00 

e 16:00 – 23:00

19 maggio h 10:00 – 13:00

e 16:00 – 20:00

Magazzino Tabacchi

<li>BIGLIETTI:</li>

ingresso gratuito

<li>MAPPA:</li>
mappa_mole
Obiettivo è il primo oggetto Datapoietico, generato dal progetto Datapoiesis. L’opera verrà svelata in anteprima durante il festival, ed esposta dal 16 al 19 maggio presso la Mole Vanvitelliana sotto forma di exhibit.

Obiettivo è una lampada che emette luce in maniera continua, e che continuerà a farlo in modo non interrompibile fino a che la povertà nel mondo non terminerà.

La lampada usa la luce per tenerci svegli e consapevoli: come possiamo pensare di prendere sonno finché milioni di persone nel mondo versano in stato di estrema povertà? Quando raggiungeremo una più giusta ed equilibrata ripartizione delle risorse e delle opportunità e la povertà finirà, Obiettivo finalmente si spegnerà consentendoci di riposare.

Obiettivo, la prima produzione del progetto Datapoiesis, ispirerà i processi di concettualizzazione, prototipazione e business modelling che, nelle diverse fasi del progetto, porteranno alla creazione di una startup in grado di produrre la prima linea di design di oggetti e mobili data poietici.

 

Il processo datapoietico alla base di Obiettivo

Poiesis: in filosofia, poiesis (dal greco antico: ποίησις) è “l’attività in cui una persona crea qualcosa che prima non esisteva”.

Autopoiesi: un sistema in grado di riprodursi e mantenersi

Allopoiesi: il processo mediante il quale un sistema produce qualcosa di diverso dal sistema stesso

Pratopoiesi: una sorta di sistema adattativo, una teoria dell’organizzazione adattativa dei sistemi viventi

Sympoiesis: la produzione collettiva di sistemi che non hanno confini spaziali o temporali auto-definiti collegano link ad altri link

 

Datapoiesis è un neologismo: descrive il fenomeno per cui i dati portano all’esistenza qualcosa che prima non c’era

Gli oggetti Datapoietici sono quei mobili, dispositivi, gadget e tecnologie indossabili (per la casa, la scuola, l’ufficio, lo spazio pubblico e gli altri spazi del nostro vivere) che, collegati a fonti di dati,  si animano per consentirci di avere esperienza dei grandi fenomeni complessi del nostro mondo globalizzato, trasformandoli in occasioni di riflessione, emozione, condivisione, discussione e, soprattutto, di presa di responsabilità ed azione partecipata.

Obiettivo raccoglie dati circa la povertà estrema nel mondo da sorgenti globali affidabili (UN, UNDP, World Bank, OECD, World Poverty Clock), e li elabora per poter comprendere quando la povertà estrema nel mondo dovesse scendere sotto un certo livello, decretando l’inizio di una nuova era per l’umanità, fatta di maggior giustizia, dignità e accessibilità alle opportunità.

Obiettivo elabora questi dati e visualizza i risultati di questa elaborazione, variando ed animando la luce che emette (per esempio, variazioni più o meno rapide rappresentano un maggior o minor tasso di variazione delle condizioni di povertà, mentre la direzione descrive il fatto che aumenti o diminuisca).

Alla fine, Obiettivo si spegnerà. O, almeno, questo è quello che ci auguriamo tutti.

 

Maggiori informazioni sul progetto: www.datapoiesis.com

ARTISTI

CURATORE

NELLO STESSO GIORNO